+39 085 2306 33 info@balkanexpress.it
Login:
Carrello [ 0 ]

Codice Etico

Balkan Express s.r.l.

PREMESSA
Adozione del Codice Etico e sfera di applicazione

Il presente Codice Etico (qui di seguito “Codice”) è adottato con delibera del Consiglio D’Amministrazione della Balkan Express S.r.l. (di seguito anche la “Società” o l’“Azienda”) e pubblicato, mediante affissione in bacheca e pubblicazione sul sito web aziendale www.balkanexpress.it.

Sono tenuti al rispetto del presente Codice tutti i dipendenti della Società (i “Destinatari”), tanto di livello impiegatizio e/o operaio, quanto di livello dirigenziale, anche ove in periodo di prova e/o assunti a tempo determinato.

In forza di specifiche pattuizioni, possono essere tenuti al rispetto del presente Codice anche i collaboratori, i consulenti ed in generale i soggetti che svolgono attività di lavoro autonomo per la Società (i “Collaboratori esterni”), ovvero i fornitori ed i partner della medesima.

Il presente Codice costituisce stabilisce i canoni di comportamento che i Destinatari sono tenuti a seguire nello svolgimento delle proprie mansioni e/o della propria attività di consulenza/collaborazione, nonché nella generale conduzione di affari inerenti all’attività aziendale.
Si pone quale preminenti obiettivi:
a) la moralizzazione e 1’efficienza economica nei rapporti interni (vertice aziendale, management, dipendenti) ed esterni all’azienda (impresa e mercato);
b) il consolidamento di una positiva reputazione aziendale;
c) il monitoraggio dei rapporti economici, finanziari, sociali, relazionali, con particolare attenzione alle tematiche di conflitti d’interesse, rapporti con la concorrenza, rapporti con i clienti, con i fornitori e con la pubblica Amministrazione;
d) la definizione degli standard etici e morali della Balkan Express. S.r.l.

La Società si impegna a promuovere la conoscenza del Codice presso tutti i Destinatari e i Collaboratori Esterni a dare ai medesimi tempestiva comunicazione di ogni eventuale intervenuta modifica e/o aggiornamento.

La Società si impegna a vigilare sulla osservanza del presente Codice predisponendo adeguati strumenti di informazione, prevenzione e controllo e intervenendo, ove necessario, con le opportune azioni correttive e/o disciplinari.

TITOLO I
I VALORI ETICI DELLA BALKAN EXPRESS S.R.L.
Art. 1
Lealtà, correttezza, trasparenza, obiettività, legittimità, diligenza
1.1 La Società e il suo personale si conformano, nello svolgimento delle proprie attività, ai principi e ai canoni di lealtà, correttezza, trasparenza, obiettività, legittimità dell’azione, diligenza, onestà, collaborazione, equità, lealtà, integrità morale e rigore professionale.
1.2 Il presente Codice detta le regole di comportamento essenziali per l’attuazione di tali principi nel quotidiano svolgimento di ogni attività sociale.
1.3 Tutti i Destinatari del presente Codice svolgono la propria attività nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti. Nessuno di essi, né tantomeno la Società, può perseguire obiettivi in contrasto con dette leggi e/o regolamenti, ovvero obiettivi leciti per il perseguimento dei quali si consumi una qualsivoglia violazione di legge e/o regolamento.

Art. 2
Pari opportunità
2.1 La Società riconosce il preminente valore delle pari opportunità nella selezione del proprio personale, così garantendo che le assunzioni avvengano senza tener conto di fattori quali razza, sesso, religione, origine etnica, età, stato civile, orientamento sessuale e disabilità.
2.2 Al medesimo principio di pari opportunità è informata l’azione di tutti i dipendenti e dei dirigenti della Società nell’adozione di ogni provvedimento di rispettiva competenza, quale, a titolo esemplificativo, il conferimento di benefici e/o promozioni, adozione di provvedimenti disciplinari, ecc.

Art. 3
Dignità della persona

3.1 La Società riconosce la centralità e l’importanza delle risorse umane e si impegna a garantire il diritto a condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona. A tal fine, la Società esige da tutti i propri dipendenti e/o collaboratori che nelle relazioni di lavoro non siano commessi atti di violenza psicologica o atteggiamenti o comportamenti discriminatori o lesivi delle persona, delle sue convinzioni o preferenze.

Art. 4
Leale concorrenza
4.1 La Società considera il rispetto della concorrenza come uno strumento essenziale per lo sviluppo del sistema economico e si attiene, nello svolgimento della propria attività, all’osservanza di tutte le norme nazionali e comunitarie che tutelano il libero mercato.
4.2 La Società considera pertanto necessario improntare i rapporti con i concorrenti all’integrità, alla trasparenza ed alla legalità.


TITOLO II
GESTIONE DELLA SOCIETÁ E REGOLE DI COMPORTAMENTO

Art. 5
Gestione amministrativa e contabile della Società
5.1 La Società rispetta le leggi, i regolamenti e le norme tecniche applicabili relative alla stesura dei bilanci e ad ogni tipo di documentazione amministrativo-contabile obbligatoria.
5.2 La contabilità della Società è impostata su principi contabili di generale accettazione. Le informazioni e i dati societari forniti a terzi e le rilevazioni contabili dei fatti di gestione sono effettuate secondo criteri di trasparenza, accuratezza e completezza.
5.3 Tutti i Destinatari prestano la massima collaborazione affinché i fatti di gestione siano rappresentati correttamente e tempestivamente nella contabilità aziendale. Sono inoltre tenuti a segnalare tempestivamente eventuali irregolarità e/o inesattezze riscontrate ai Dirigente responsabile.
5.4 È dovere di colui che abbia posto in essere un’operazione societaria, conservare un’adeguata documentazione contabile a supporto della medesima. Tale documentazione deve consentire di individuare l’operazione nei suoi tratti essenziali (caratteristiche, motivazioni, soggetto che ha autorizzato, effettuato, registrato e verificato l’operazione stessa). La documentazione di supporto deve essere di facile reperibilità anche per i consulenti esterni abilitati al controllo.

Art. 6
Processi di controllo interno
6.1 Il controllo interno operato dalla Società consiste nell’insieme di tutti i processi e strumenti adottati allo scopo verificare la legittimità delle attività aziendali, con l’obiettivo di assicurare il rispetto delle leggi e delle procedure interne, proteggere i beni aziendali, gestire efficientemente le attività e fornire dati contabili e finanziari accurati e completi per la redazione del bilancio d’esercizio.
6.2 La Società promuove la costituzione di sistemi di controllo ad ogni livello, quale strumento per il miglioramento dell’efficienza aziendale e per l’osservanza della normativa vigente e dei principi di cui al presente Codice.
6.3 I Destinatari sono responsabili dell’implementazione e del corretto funzionamento del sistema di controllo interno, ciascuno con riferimento alle proprie mansioni e alla propria area di funzione aziendale. A tal fine, essi forniscono ogni necessaria assistenza e cooperano alla realizzazione di un sistema efficace ed efficiente.

Art. 7
Rapporti con i lavoratori autonomi, con i fornitori ed i partner

7.1 La Società e i Destinatari del presente Codice, agiscono nei confronti dei prestatori di lavoro autonomo, dei fornitori e dei partner con comportamento improntato ai principi di integrità, trasparenza, legalità e imparzialità.
7.2 Nella selezione e gestione dei prestatori di lavoro autonomo, dei fornitori e dei partner, applicano criteri oggettivi e documentabili, senza alcun favoritismo, ricercando il massimo vantaggio competitivo per la Società, sulla base della qualità e del prezzo del bene e/o servizio da acquistare, nonché della garanzia e dell’assistenza che in relazione al medesimo viene fornito, senza operare alcuna discriminazione tra le potenziali alternative.
7.3 Non accettano o cercano di ottenere dai prestatori di lavoro autonomo, dai fornitori e dai partner alcuna agevolazione e/o alcun beneficio per sé e/o per terzi, né altre utilità che possano in qualche modo condizionare la propria valutazione in ordine al procedimento di selezione.

Art. 8
Rapporti con la clientela

8.1 I rapporti con i clienti sono improntati all’integrità, alla trasparenza ed alla legalità.
8.2 In particolare, i Destinatari, in ragione del proprio ruolo nella Società, si impegnano al rispetto delle esigenze dei clienti nello svolgimento della propria attività, astenendosi dal promuovere e favorire i propri interessi e trarne vantaggio.

Art. 9
Rapporti con la Pubblica Amministrazione

9.1 I rapporti della Società con le Pubbliche Amministrazioni locali, nazionali, comunitarie e internazionali ed i loro funzionari sono intrattenuti nel massimo rispetto della normativa vigente e sulla base dei principi generali di integrità, legalità, trasparenza e correttezza.
9.2 La gestione di detti rapporti con la Pubblica Amministrazione è riservata esclusivamente alle funzioni aziendali a ciò preposte ed al personale autorizzato. Nessun dipendente della Società cui non sia stato espressamente delegato detto compito potrà intrattenere, per conto della medesima, alcuna relazione (di qualsivoglia natura) con la Pubblica Amministrazione.
9.3 Nell’ambito dei rapporti instaurati tra la Società e la Pubblica Amministrazione, i Destinatari sono tenuti ad astenersi:
a) dall’offrire, anche per interposta persona, denaro o altra utilità, con ciò intendendo anche opportunità di lavoro o commerciali al funzionario pubblico coinvolto, ai suoi familiari o a soggetti in qualunque modo allo stesso collegati;
b) dal ricercare od instaurare illecitamente relazioni personali di favore, influenza, ingerenza idonee a condizionare, direttamente o indirettamente, l’esito del rapporto.
9.4 In nessun caso è consentita, in favore di dipendenti pubblici e/o di fornitori, committenti, collaboratori, ecc., la dazione di omaggi e atti di cortesia, salvo il caso in cui siano di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità e la reputazione delle parti e da non poter essere interpretati come finalizzati all’acquisizione impropria di vantaggi per sé o per altri.
9.5 Ogni dichiarazione resa dei confronti della Pubblica Amministrazione e/o di suoi funzionari deve essere improntata a verità e trovare riscontro in documentazione idonea a garantirne la corretta valutazione ad opera di chi sia competente.

Art. 10
Rapporti con l’Autorità giudiziaria

10.1 La Società collabora attivamente con le autorità giudiziarie, le forze dell’ordine e qualunque pubblico ufficiale nell’ambito di procedimenti giudiziari, ispezioni, controlli o indagini.
10.2 Il comportamento della Società è improntato alla più ampia correttezza con le Istituzioni ed è fatto assoluto divieto ai Destinatari di esercitare pressioni, di qualsiasi natura, sulla persona eventualmente chiamata a rendere dichiarazioni davanti all’autorità giudiziaria, al fine di indurla a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci.
10.3 É fatto divieto di aiutare chi abbia realizzato un fatto penalmente rilevante ad eludere le investigazioni dell’autorità, o a sottrarsi alle ricerche di questa.

Art. 11
Conflitto d’interessi

11.1 I Destinatari del presente Codice, ciascuno per quanto di sua competenza, operano e garantiscono di operare nel solo e preminente interesse della Società.
11.2 Essi evitano ogni situazione che possa generare un conflitto d’interesse tra attività, mansioni e ruolo svolto per l’Azienda con attività personali e private, sia proprie, sia di terzi familiari e/o conoscenti dalle quali possano trarre beneficio.
11.3 Ogni situazione che possa, anche solo potenzialmente, costituire o determinare un conflitto d’interesse è tempestivamente comunicata ai superiori competenti e, se del caso, all’Organismo di Vigilanza.

Art. 12
Salute e sicurezza sul lavoro e dell’ambiente

12.1 La Società, in ogni settore nella quale opera, pone grande attenzione ai temi della sicurezza, della salubrità del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente.
12.2 A tal fine, in attuazione dei valori di legalità e prudenza, la Società evita e condanna ogni forma di comportamento che possa comportare un qualsivoglia rischio per la sicurezza e la salute delle persone e l’integrità e la salubrità dell’ambiente.
12.3 In ossequio alla normativa nazionale e comunitaria in materia di sicurezza sul lavoro, la Società si impegna ad adottare ogni decisione a riguardo sulla base dei seguenti principi e criteri fondamentali:

a) evitare, valutare e combattere i rischi sul lavoro;
b) adeguare il lavoro all'uomo, con particolare riferimento alla scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro, così da garantire l’attenuazione, per quanto possibili, del lavoro monotono e ripetitivo;
c) valutare e applicare le tecniche di lavoro più avanzate e meno dannose;
d) evitare ciò che è pericoloso o sostituire ciò che pericoloso con ciò che è meno pericoloso;
e) prevenire, con un complesso organizzativo coerente, danni alla salute del lavoratore;
f) dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
g) impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.

12.4 I Destinatari si impegnano a:

a) fare il possibile, conformemente alla propria formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dalla Società, per prendersi cura e garantire la propria sicurezza e salute, nonché la sicurezza e la salute degli altri dipendenti e/o collaboratori esterni presenti sul luogo di lavoro che possano risentire delle azioni dagli stessi poste in essere;
b) fare il possibile, conformemente alla propria formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dalla Società, per prendersi cura della salubrità dell’ambiente che potrebbe risentire delle azioni dagli stessi poste in essere;
c) segnalare alla Società, al proprio dirigente o al superiore competente, eventuali malfunzionamenti dei mezzi di lavoro e dei dispositivi di protezione, nonché ogni eventuale diversa condizione di pericolosità, per sé, per gli altri e per l’ambiente, di cui si viene a conoscenza;
d) segnalare alla Società, al proprio dirigente o al superiore competente, potenziali ed evidenti situazioni di rischio di cui vengono a conoscenza, affinché la Società stessa possa intervenire tempestivamente nella prevenzione del rischio medesimo;
e) non avallare– direttamente o indirettamente – comportamenti, anche di terze parti, che non siano conformi ai principi descritti nel presente Codice.

Art. 13
Riservatezza delle informazioni e trattamento dei dati personali

13.1 I Destinatari del presente Codice, ciascuno in ragione del proprio ruolo nella Società, sono tenuti a garantire nei confronti di chiunque (anche degli altri dipendenti e/o collaboratori ove non necessario per l’esecuzione della prestazione lavorativa) la riservatezza delle informazioni e/o notizie che abbiano appreso nel corso e/o in occasione dello svolgimento della propria attività lavorativa.
13.2 Le informazioni riservate, da codificare come esclusiva proprietà della Balkan Express S.r.l. sono:

a) i piani aziendali, strategici, economico/finanziari, contabili, commerciali, gestionali, operativi;
b) i progetti e gli investimenti;
c) i dati relativi al personale, quali assenze, presenze, ferie, malattie e retribuzioni;
d) i parametri aziendali di prestazione e di produttività;
e) gli accordi societari, gli accordi e i contratti commerciali, i documenti aziendali;
f) il know-how relativo alla produzione, allo sviluppo e alla commercializzazione di servizi;
g) i processi e i brevetti;
h) le banche dati quali fornitori, clienti, dipendenti.
13.3 I Destinatari del presente Codice sono altresì tenuti al trattamento dei dati personali dei quali siano venuti a conoscenza nello svolgimento dei propri compiti nel rispetto delle previsioni della normativa vigente in materia.
13.4 A fronte di richieste da parte di soggetti esterni alla Società quali giornalisti, analisti finanziari, investitori, familiari, amici, i Destinatari del presente Codice devono astenersi dal rivelare le informazioni e/o dati di cui ai commi che precedono e/o le diverse informazioni e/o dati comunque qualificati come riservati, in assenza di espressa autorizzazione della funzione aziendale competente.

Art. 14
Patrimonio della Società e sua tutela

14.1 I Destinatari sono direttamente e personalmente responsabili della protezione e del legittimo utilizzo dei beni aziendali, materiali ed immateriali, avuti in affidamento per l’espletamento delle proprie funzioni (personal computer, software di gestione, know-how, ecc.) e sono tenuti ad evitare che dei medesimi beni sia fatto uso fraudolento.
14.2 Nessun bene aziendale deve essere utilizzato per finalità diverse da quelle indicate dalla Società, né per finalità private e/o comunque contrastanti con le finalità sociali.

Art. 15
Utilizzo di sistemi informatici

15.1 L’utilizzo di tutti gli strumenti informatici per l’espletamento delle mansioni lavorative è soggetto alle condizioni dei contratti di licenza ad alla normativa vigente.
15.2 Tutti i Destinatari del presente Codice che utilizzino strumenti informatici sono responsabili della sicurezza dei software sugli stessi presenti e dei dati acquisiti nel loro utilizzo, nonché del corretto utilizzo dei programmi messi a disposizione dall’Azienda.
15.3 La Società, unitamente all’organismo aziendale di vigilanza, e ai Destinatari del presente Codice, si adopera al fine di assicurare l’efficacia dei sistemi di sicurezza volti a proteggere le installazioni e a controllare gli accessi, anche allo scopo di prevenire la commissione di reati mediante l’uso degli strumenti informatici.

Art. 16
Diritto d’autore e sua tutela

16.1 La Società tutela il diritto d’autore in ogni sua espressione. Ai Destinatari del presente Codice non è consentito duplicare materiale coperto dal diritto d’autore senza l’apposita autorizzazione.
16.2 I Destinatari non possono installare né scaricare sul computer aziendale software privi di licenza.